In Myanmar, anzi no alle Maldive…

All’inizio della settimana vi ho parlato della guida per i viaggi per eccellenza e di come l’abbiamo utilizzata per pensare ai nostri prossimi viaggi…ci eravamo lasciati con l’incognita di quale sarebbe dovuto essere il nostro nuovo ed avventuroso viaggio.
Inutile farne tanto mistero dato che per qualche anno quel viaggio sarà off-limits: il Myanmar. O Birmania, come preferite…quella sarebbe dovuta essere la nostra meta per iniziare col botto il 2017.

Ma qui ho idea che il 2017 inizierà con una bella panza!

Oggi però vi voglio raccontare di come pensare ed organizzare un altro bel viaggio, voi che potete, soprattutto se non siete esperti di fai da te e preferite affidarvi ad un’agenzia, ma amate il relax totale.
Quindi lasciamo stare il Myanmar e guardiamo un po’ più a sud nel mezzo dell’Oceano Indiano;
Affidiamoci ad un’agenzia specializzata nei viaggi a lungo raggio e nei super resort. Quei viaggi da cartolina che tutti almeno una volta nella vita abbiamo desiderato.

Non so voi, ma in questi primi giorni di freddo non mi dispiacerebbe trascorrere qualche giorno in un resort alle Maldive, specialmente un resort all inclusive come quelli di Club Med, dove non devi far altro che rilassarti e goderti la vacanza. Sapete bene che io e M. siamo tipi da viaggi alla scoperta dei paesi in cui andiamo e nonostante tutto le Maldive sono nella nostra famosa wishlist.

maldive3
Fonte

Perché? Come tutti gli arcipelaghi hanno il loro fascino, e trovo che le piccole isole siano un po’ dei mondi a sé stanti. Dopo l’esperienza di Aruba, dall’altro capo del mondo, abbiamo imparato come coniugare il relax totale con la nostra voglia di avventura e di scoperta.
In questo arcipelago, per andare incontro alle esigenze dei diversi viaggiatori, Club Med propone due Resort, uno sull’isola di Kani e uno a Gasfinolhu.

Fonte
Fonte

Il primo, Kani, si trova molto vicino alla capitale, Male, in cui le case variopinte, gli accoglienti teashop e i mercati affollati sono ottimi per completare un’esperienza di viaggio affiancata al completo relax che il Resort sa offrire. Siete mai usciti dalla vostra stanza per tuffarvi direttamente in mare?
Gasfinolhu invece è un atollo nella zona meridionale dell’arcipelago, vicino ad uno dei luoghi più belli per le escursioni alla barriera coralllina, Addu, l’unica zona in cui le meraviglie del mare furono risparmiate dalla devastazione de El Niño nel 1998 e godono ancora di una bellezza indescrivibile.

maldive2
Fonte

Sicuramente raggiungere il proprio hotel con un idrovolante non è un’esperienza da tutti i giorni!
Come potrete immaginare, i Resort organizzano giornate di snorkeling o immersioni per ammirare l’Oceano Indiano anche sotto il pelo dell’acqua, la barriera corallina e la sua fauna.

Solo a guardare le immagini a me verrebbe voglia di partire immediatamente.
Il periodo migliore per andare alle Maldive? Sicuramente tra dicembre e gennaio, anche se i prezzi in questo periodo salgono alle stelle, ma l’arcipelago resta un’ottima scelta fino ai primi mesi di primavera, ed aprile è solitamente il mese più caldo.
Allora, chi ha già la valigia pronta?

Si ringrazia Club Med per la collaborazione

6 Comments

  1. non avevo indovinato…. 🙁 (pensavo alla Namibia, tutt’altra zona!)
    alle Maldive sono stata in viaggio di nozze nel lontanissimo 1992: prima una settimana più “avventurosa” (e stupenda) in giro per lo Sri Lanka, poi una settimana di relax a Kuredu (che, guardando ora, è stata trasformata in qualcosa di chiccoso e inarrivabile….), ad inizio aprile, tempo bellissimo e mare fantastico!

E tu cosa ne pensi?