Viaggi e sicurezza

Per la serie #guardacomeviaggio, nuovo appuntamento con i post dedicati all’organizzazione di un viaggio: oggi parliamo di sicurezza.

Sicurezza in senso lato, non da intendersi solo come luoghi a rischio, paesi in guerra eccetera.

Il primo viaggio “elaborato” che ho fatto è stato il viaggio di nozze. Quando parlo di viaggio elaborato intendo un tour personalizzato, senza guide, senza agenzie di viaggio, villaggi turistici e compagnia bella. Un viaggio insomma in cui solo io e chi era con me sapeva dove mi trovavo ogni giorno. Ho iniziato da quel momento ad utilizzare uno strumento che viene messo a disposizione dal Ministero degli Affari Esteri: il portale Dove siamo nel mondo.

Cos’è e perché lo uso? È un portale su cui ogni cittadino italiano può registrarsi e indicare con massimo un mese di anticipo il tour che andrà a svolgere in qualsiasi paese del mondo. Indicando i luoghi, (volendo anche i voli o altri spostamenti) che visiterà sarà più facile per la Farnesina rintracciare gli italiani all’estero in caso di necessità anche tramite un contatto di emergenza.

IMG_0691_M1
Io nel bel mezzo del Coral Pink Sand Dunes State Park

Io lo uso segnando ogni tappa, i voli che prenderò, gli alberghi in cui soggiornerò…a procedura completata potrete stampare questo report e conservarlo per voi o, meglio ancora, consegnarlo al vostro contatto di emergenza, che ovviamente dovrà essere cosciente di esserlo!

Sì, quando parto per un viaggio lo faccio sempre…anche se il paese non presenta particolari problematiche di sicurezza, l’ho fatto per gli Stati Uniti, per la Polonia, per il Messico…Vi potrà sembrare un po’ da paranoia, ma il tempo che impiegate è minimo e la potenziale utilità è altissima.

Cala Sabina all'Isola dell'Asinara
Cala Sabina all’Isola dell’Asinara

L’altra parte del portale della Farnesina è Viaggiare Sicuri. Qui potrete trovare tutte le notizie aggiornate sui livelli di allerta nei vari paesi del mondo, sia sul fronte sicurezza sia sul fronte sanità. Questa è l’unica fonte di informazione a cui mi affido quando voglio sapere se l’acqua è potabile o quali vaccini devo fare prima di partire. Quando io e M. siamo rimasti bloccati a Caracas per un imprevisto non avevamo la più pallida idea delle condizioni igienico sanitarie del paese e, appena ho avuto una connessione internet, la prima cosa che ho controllato è stato questo sito, per sapere se potevo lavarmi i denti con l’acqua del rubinetto oppure no…Inoltre per ogni paese vi indica dove si trovano le ambasciate italiane, informazione utile in caso di necessità.

E ricordatevi che ogni cittadino europeo gode degli stessi diritti presso ognuna delle ambasciate degli Stati membri dell’Unione.

Conoscevate già questi portali? Li avete mai usati per i vostri viaggi?

Spero di avervi dato qualche consiglio utile…a presto!

Photography by M.

ps. Iscrivetevi alla newsletter, sto lavorando per voi 🙂

2 Comments

  1. Ciao! Conosco il sito “viaggiare sicuri” siti e, ahimé, lo consulto sempre anch’io! Dico ahimé perché le persone intorno a me sostengono che sia sempre eccessivamente allarmista, esagerato, e che a dar retta a lui non andresti mai da nessuna parte. Però una volta lette certe cose, non posso non farmi condizionare nella scelta di una meta. Ecco perché, per l’ultima vacanza, Praga ha prevalso su Londra, ad esempio: in quest’ultima infatti il livello di allarme legato al terrorismo era molto, molto più alto, nella prima invece, solo “generico”. Per fortuna nel mondo ci sono tanti posti tra cui scegliere, e scartarne qualcuno (per precauzione o per paranoia, a seconda dei punti di vista) non implica rinunciare a fare un bellissimo viaggio da qualche altra parte!
    Riguardo al sito “dove siamo nel mondo”, invece, lo conosco solo di nome, e non l’ho mai utilizzato. Il primo e unico viaggio davvero lontano che ho fatto, anch’io per il viaggio di nozze, seppure personalizzato, era organizzato da un’agenzia di fiducia, e avevamo quasi sempre una guida con noi, e un autista per i trasferimenti. Una cosa che faccio sempre, però, per qualsiasi viaggio, è lasciare ai miei genitori e a mio fratello un appunto con il nome dell’hotel, o degli hotel, la data di arrivo e partenza, e i riferimenti dei voli che prenderò. Aldilà delle emergenze, che si spera sempre non ci siano, trovo che questo sia anche un modo carino per loro di essere in qualche modo partecipi del mio viaggio!
    Volevo chiederti, com’è la Polonia???

    1. Ormai l’allarme terrorismo è alto in tutte le grandi città europee e giustamente i ministeri degli esteri di tutti i paesi sconsigliano i viaggi. A volte bisogna filtrare le informazioni e aggiungerne altre: se guardi la Giordania non è segnalato nessun allarme rilevante, ma nonostante tutto non ci andrei prima di un altro paio di anni. Io lo trovo uno strumento utile e lo consulto spesso perché aiuta a scegliere con consapevolezza.
      La Polonia è il paese che non ti aspetti, io la consiglio a tutti per un viaggio low cost e inconsueto. Avevo scritto dei post dedicati e caricato anche i Vlog sul canale Youtube…dagli un’occhiata! Se ti è piaciuta Praga, la Polonia ti potrebbe sorprendere 😉

E tu cosa ne pensi?