Diario di un trasloco: quasi 3 settimane dopo

Vi avevo lasciato con una frase strappalacrime di saluto alla mia vecchia casa…ora siamo felicemente sistemati/accampati nella nostra nuova dimora. Ma cos’è successo nel frattempo?home-sweet-home

Se mi seguite su Instagram e Facebook avrete già visto qualcosa…ad ogni modo, dopo pochissimi giorni dal trasloco è arrivato il nuovo materasso. Abbiamo acquistato un modello in gel e lattice della Magniflex, sia perché quello che c’era nella casa vecchia era terribile e ci aveva distrutto la schiena, sia perché nella casa nuova c’erano due materassi singoli però oversize e io non ho lenzuola adatte a questi materassi…oltre al fatto che io per i miei problemi di schiena ho bisogno di un ottimo materasso per non svegliarmi con dei dolori lancinanti…Ormai lo stiamo usando da 2 settimane e ci piace molto.

Abbiamo ricevuto le prime visite di amici e parenti…la mia testimone di nozze nonché compagna di banco del liceo mi ha regalato un vaso di bellissime ortensie per adornare il terrazzo e sto facendo di tutto per farle sopravvivere…La mamma invece ci ha fatto compagnia per qualche merenda senza mancare di fermarsi nella buonissima pasticceria sotto casa per prendere delle paste F-A-V-O-L-O-S-E!

Stiamo ancora aspettando i mobili del salotto e ciò che ci manca di più è il divano…ma manca poco e finalmente avremo anche quello! Di conseguenza, una delle due stanze in più per ora funge da deposito. Sembra un po’ la stanza dei desideri di Harry Potter, quello che ti serve è lì, devi solo trovarlo…

Abbiamo fatto una scappata all’Ikea il 2 maggio per acquistare un po’ di oggetti per completare parzialmente l’arredamento, tra cui il carrello da cucina che farà da base per il forno a microonde che ancora riposa nella sua confezione. Tra le altre cose ho acquistato dei contentitori per organizzare gli abiti nei cassetti e altri per organizzare la dispensa…che vi dovrò mostrare perché è il pezzo forte della casa. Altri accessori per il bagno, scatole, scatoline e scatolette per il make up ecc…

Recente arrivo in casa ideepensharing è l’aeropilates, regalo anticipato dei suoceri a M. per il compleanno…lui deve fare sempre molta fisioterapia per il ginocchio (siamo una coppia malandata, lo sappiamo) e con quello riesce a fare gli stessi esercizi che faceva in palestra con maggiore costanza, perché basta che ci si dedichi 20-30 minuti al giorno. Io ne approfitto per tenermi un po’ in forma…

E fin qui le cose belle…poi abbiamo avuto anche delle brutte sorprese, nell’ordine:

  • si è bucato il tubo degli scarichi da quelli di sopra e abbiamo una bella macchia sul soffitto e parete del bagno (risolto, bisogna solo pitturare quando sarà asciutto)
  • la porta della cantina non si apriva perché il muro si è staccato…sì, staccato. Lo scorso venerdì è venuto il muratore e ha buttato giù tutto e risistemato.
  • la basculante del garage non si chiude a chiave (ferramenta che deve cambiare il blocchetto della chiave)
  • cancello del garage che non si apre con il telecomando (che era stato cambiato un anno fa e a noi hanno dato quello vecchio…)
  • …e basta per fortuna!

Sì, insomma, un po’ di sfortuna ce l’abbiamo avuta ma fortunatamente la nostra proprietaria è molto gentile e disponibile e ovviamente noi non abbiamo dovuto spendere un centesimo…

A presto! …con il salotto arredato!

26 Comments

    1. Certo! è un’attrezzo che serve per fare esercizi di pilates e aerobica. Praticamente è composto da più parti (funi, carrelli, barre, tappeto elastico…) che ti permette di allenare tutto il corpo attraverso numerosissimi esercizi. è senza pesi perché si utilizza il peso corporeo della persona stessa per svolgere gli esercizi. Se cerchi su google dovresti trovare proprio l’attrezzo che ho io perché è un marchio registrato se non sbaglio…

        1. è più complesso della pilates chair e più ingombrante. Aperto è lungo circa 2 metri, chiuso ingombra un metro e qualcosa in altezza per 50 cm (a spanne). Il nostro è stato preso su QVC a circa 400 euro, fuori lo trovi a 500-600 circa…

  1. beh, dai, tutto sommato sta andando abbastanza bene, avere una padrona di casa disponibile e comprensiva è un ottimo inizio!!! io sono molto curiosa degli Ikea-acquisti-organizzativi!

  2. Gli inconvenienti di questo tipo sono all’ordine del giorno… una mia amica ha dovuto sistemare da sola col suo compagno un’intera parete ammuffita! E inoltre si sono ritrovati con un grandissimo problema di calcare nell’acqua, che le ha rovinato tutti i bicchieri… :-/

  3. Pingback: Organizzazione: il trasloco fai da te – ideepensharing

  4. Pingback: Ciao mamma, io vado! – ideepensharing

E tu cosa ne pensi?