Diario di un trasloco: 2 settimane prima

Eccoci, inesorabilmente il conto alla rovescia procede…scatola

Dunque, sul fronte arredamento siamo a buon punto, ieri abbiamo finalizzato l’ordine per i mobili del salotto e quindi tra poco più di un mese dovremmo avere il nostro soggiorno completo, montato e splendente.

L’inscatolamento procede, abbiamo svuotato la credenza/libreria da tutto e pian piano stiamo svuotando anche tutti i mobili e i cassetti meno usati. Grazie a mio suocero che ha recuperato molti scatoloni nella scorsa settimana possiamo andare avanti un po’! Almeno finché ci sarà posto per mettere gli scatoloni.

I vestiti invernali nell’armadio sono sempre meno e man mano che li lavo li ripongo per il cambio di stagione che quest’anno farò per step. In questi ultimi giorni devo cercare di imballare più cose possibili per poterle portare nella casa nuova il 18, in modo da lasciare pochi scatoloni per l’ultimo e definitivo round. Confido nel bel tempo del fine settimana per fare un po’ di lavatrici.

Oggi tocca il cambio delle gomme e la spesa mirata: sicuramente a base di stracci per i pavimenti, panni per la polvere e buona volontà dato che venerdì prossimo andrò a dare una prima pulita in casa. Spero di non trovare ragni…che sono un po’ il mio terrore.

Ogni tanto ho dei momenti di panico quando apro gli armadi e vedo che sono ancora strapieni, e mi chiedo come farò a far entrare tutto negli scatoloni…aiuto! Per fortuna M. è molto più pacifico di me e compensa la mia ansia con una tranquillità quasi incredibile…(che mi fa venire ancora più ansia, ma questo è un altro discorso). Se qualcuno non sapesse cosa fare in questi giorni, arruoliamo manovalanza. La paga è in cibo 😉

A presto!

13 Comments

  1. Mi viene l’ansia solo a pensarci XD
    Io ho traslocato approfittando delle ferie Natalizie a lavoro tra il 2011/2012 . Prima stavamo in un bilocale e non ho IDEA di come abbiamo fatto a farci stare dentro tutta la roba che ho dovuto traslocare, sembrava crescesse anziché diminuire. Menomale che le due case erano vicine così ho fatto un sacco di avanti e indietro con i trolley. La gente che mi vedeva mi avrà presa per una di quelle pazze che vanno in giro con le valige, tipo barbona.
    E’ stata anche un’ottima occasione per buttare via un sacco di roba.
    La cosa peggiore è stato il trasloco della linea telefonica, siamo rimasti quasi 2 mesi senza internet, un’odissea. Considerato che il mio ragazzo lavora anche in remoto sui PC dei suoi clienti, spesso anche il sabato, è stato abbastanza un incubo non avere internet per tutto quel tempo.

    1. Mi spaventa questa storia della linea telefonica…anch’io sto facendo pulizia infatti!!! La volta scorsa mio marito ha traslocato a mano da tanto erano vicine le case, con le borse 😉 e i bilocali sono infami, trovi roba ovunque!!!

      1. Il mio problema dipendeva dal fatto che avevo fibra 100, con fastweb, che è la fibra a 100 mega al secondo, e nel palazzo in cui ci siamo trasferiti tutto l’impianto per la fibra era già occupato. Allora anziché dircelo e darci l’adsl fino a che non mettevano a posto le cose ci hanno lasciati senza -.- Colpa dei soliti operatori di call center incompetenti che assumono a babbo senza dargli un minimo di istruzione e che oltretutto parlano italiano a metà, tu non capisci un tubo e loro ancora meno. Alla fine ci hanno sistemato la cosa velocemente quando si è capita l’origine del problema, perché siamo andati a piantare casino in direzione, ma se aspettavamo gli operatori non avevano manco segnalato il disguido. Bah… Io penso che tante aziende abbiano problemi con i clienti e se ne parli male proprio per colpa del personale che risponde al telefono, mi chiedo perché non spendano due soldi in più per istruirli un po’ meglio.

  2. Pingback: Organizzazione: il trasloco fai da te – ideepensharing

E tu cosa ne pensi?