Organizzazione: bijoux e decluttering

Il trasloco si avvicina inesorabile e la mia mente da serial lister (leggi: pazza) sta sfruttando questa occasione per fare una bella pulizia di tutto ciò che non serve, non si usa. Nulla sfugge a questo processo, nemmeno i regali. Anzi, a volte sono proprio il bersaglio principale!
Sebbene la maggior parte del processo di pulizia sarà da fare nella casa nuova, al momento di svuotare gli scatoloni, per le piccole cose, quelle più personali, ho deciso di muovermi in anticipo. In particolare, ho notato che nell’ultimo periodo, complice la perenne stanchezza, uso sempre gli stessi accessori. Non parlo di borse e scarpe, ma di gioielli e bijoux.


Vi ho parlato di recente della mia passione per questi accessori e di come, nel tempo, ne abbia accumulati a migliaia. Accumulati, appunto. Molti non li uso perché mi danno irritazione, specie gli orecchini, altri perché pesano troppo, altri perché non so più con cosa abbinarli, dato che il mio stile è cambiato nel tempo.

Così sull’onda della buona volontà e prendendo spunto da un diagramma di flusso (#ingegnerenelmidollo) elaborato da Alcesti di L’angolo del focolare (qui), ne ho creato uno simile per scegliere quali accessori tenere e quali regalare/buttare.
È uno schema pensato principalmente per i bijoux, perché gioielli preziosi ne ho pochi e li tengo cari. Ancora non ho bisogno di vendermi quel poco oro che possiedo…Attraverso una serie di domande si giungerà a determinare se l’oggetto in esame è da tenere o da regalare/buttare/vendere.

Lo potete scaricare qui se vi interessa. Voglio proporvi due esempi dal mio armadio, così da poterlo testare (con i preziosi, vi avverto, uscirà sempre “Tienilo”).
Caso 1: collana rigida con una pietra Swarovski regalatami dalla mamma per il 18esimo, usata forse due volte (me ne pento tantissimo):
La amo in assoluto? No –> è un pezzo chiave? No –> È di valore? Ni(No) –> Ha un valore affettivo?: Sì –> Tienilo.
Caso 2: Orecchini a fiore tipo bottone grandi, regalati da una cara amica che mi piacciono molto:
Li amo in assoluto? Sì –> Mi donano? Sì –> Dà irritazione ecc? Sì –> Buttalo/Regalalo. (–> Disperazione).

Ecco come cose che mi piacciono o che uso spesso, anche se regali, possano fare due fini diverse. Ho imparato che non serve a nulla tenere cose che ci creano irritazioni, fastidio, o che non ci donano solo perché sono belle, ce le hanno regalate e quant’altro…

Se state pensando come capire se degli orecchini ci donano o meno, perché lo state pensando… vi consiglio la lettura di questo post di Iaia di That’s mine.
Spero che possa esservi utile nel vostro percorso di decluttering e riordino. Ci vediamo presto con l’organizzazione dei sopravvissuti nella nuova casa!

Ciao!

Se siete interessate a vedere la vecchia organizzazione dei miei bijoux vi lascio il link al mio post di qualche settimana fa!

9 Comments

  1. …presto sarò costretta anch’io a riordinare la bigiotteria invernale ed estiva!
    sto accumulando tantissimi orecchini che non metto mai, il tempo è poco per fare dei lavoretti di riciclo…ho stampato la tua scheda (fantastica!) così farò ordine pensando al tuo trasloco 😉

  2. bellissimo e utile il tuo schema, me lo sono già salvato!
    anche per me sui preziosi non si discute, anche se alcuni non mi piacciono, non si sa mai, hanno pur sempre un valore…
    la bigiotteria però può essere riciclata, per esempio le collane possono essere disfatte e le perle (o pietre o quello che se ne ricava) utilizzate o per creare qualche altro accessorio (spilla, bracciale) o per abbellire un foulard, una maglia, una cintura, una scatola…
    per quanto riguarda invece quella che crea irritazione, a meno che non si tratti di orecchini da buco (che non ho mai testato), hai provato a spennellare di smalto trasparente? io ho dovuto ricorrere a questo espediente anche per le fibbie delle cinture…in estate, nonostante i pantaloni, mi facevano irritazione nello stomaco, invece con lo smalto (solo al rovescio) nessun problema e non si vede nulla!
    il decluttering dei regali che non ci piacciono (o che ci creano un “peso” psicologico) per me è fondamentale, e per evitare il più possibile questa operazione in famiglia e fra amiche ci chiediamo direttamente se c’è qcosa che ci piace, poi con un ventaglio di scelte andiamo a colpo sicuro!

    1. Sono contenta che possa essere utile questo schema…hai dato ottime idee per riciclare i bijoux in disuso, io non ho una grande manualità anche se mi piacerebbe tantissimo fare da me alcune cose. Quel che posso lo riciclo per i pacchetti regalo che mi piace abbellire in modo originale…
      Per gli orecchini che danno irritazione, stavo pensando in quelli che lo permettono di sostituire i gancini con altri nuovi, ma con lo smalto non ho mai provato. Magari ci provo su alcuni…
      A costo di rovinare in parte la sorpresa io preferisco chiedere se c’è qualcosa che piace per fare un regalo, oppure pensarci con largo anticipo in modo da cogliere alcuni desideri!

E tu cosa ne pensi?