Una crema anticellulite?

Ogni promessa è debito e dato che se aspetto ancora un po’ questo post non avrà più senso d’esistere, mi metto all’opera per raccontarvi la mia esperienza con le creme anticellulite.
Alzi la mano chi non ne ha mai usata una. Non è vero, alzala anche tu 😉

A partire da quelle che si trovano nella grande distribuzione fino a quelle comprate in parafarmacia, ne ho provate diverse e solo in un caso ho ottenuto dei risultati. Devo essere sincera fino in fondo e raccontarvi bene come mi sono comportata per farla funzionare.

L’indiziata numero 1 è la crema anticellulite di Iodase che io acquistai l’anno scorso in marzo in un kit composto da un siero intensivo e da una crema. La linea era Actisom Ice, quindi con effetto freddo, molto freddo, troppo freddo…Non ho potuto usare la linea classica perché ho problemi di fragilità capillare e i trattamenti a caldo non mi fanno bene. La commessa, molto gentile, della parafarmacia dove ero andata mi ha consigliato quindi di provare il trattamento a freddo. I principi attivi di questa crema sono per lo più estratti vegetali che aiutano la circolazione e il drenaggio dei liquidi, oltre al mentolo che dà l’effetto freddo.

IodaseActisomIce_FlaconeIn breve sostanza, ho usato la mattina il siero e la sera la crema, tutti i giorni per circa un mese e mezzo, dopo di che l’ho riacquistato un’altra volta.

Perché il siero la mattina? Perché tra i due è quello che si assorbe più velocemente e dato che non avevo tempo per stare a spalmarmi ore e ore ho scelto questa soluzione. La crema invece necessita di essere massaggiata più a lungo per essere ben assorbita e quindi bisogna dedicarci più tempo. Ricordatevi che le creme anticellulite devono avere una formulazione tale da dover essere spalmate a lungo, perché il massaggio è parte integrante del trattamento. Sempre dal basso verso l’alto con movimenti circolari.

IodaseActisomIceTuboIl primo effetto è un miglioramento dell’elasticità della pelle. Questo può essere dovuto anche solo al fatto che stiamo nutrendo la nostra pelle molto di più di quello che siamo solite fare, almeno, io non mi spalmo crema due volte al giorno sulle gambe…e soprattutto non creme così nutrienti.
Altro effetto molto evidente è il freddo. Ma freddo davvero. Io sono freddolosa, ho mani e piedi ghiacciati anche a ferragosto, non faccio testo, ma vi posso garantire che se vi sedete su una sedia di plastica dopo aver messo la crema, anche con indosso i pantaloni, il freddo si sente ancora di più.

Durante tutto il periodo in cui ho usato queste creme ho aumentato la mia scarsissima attività fisica andando a camminare a passo sostenuto, almeno 6 km/h, tutti i giorni per almeno 45 minuti. Sembra una stupidaggine, ma vi posso garantire che funziona e che è il modo migliore per perdere peso in modo stabile. E soprattutto lo possono fare tutti e non costa nulla. Anche il fisioterapista di M. lo consiglia, se si vuole perdere peso, correre non serve a nulla, basta camminare.

Insieme all’attività fisica ho corretto l’alimentazione, arricchendola di frutta e verdura, molta acqua e togliendo calorie inutili di dolci e snack. A questo però voglio dedicare un post a parte, perché ci tengo in modo particolare…Quindi prossimamente su questi schermi…
Tutto questo insieme ha portato ad una diminuzione di qualche centimetro su glutei (3), cosce (4) e vita (3) che si sono mantenuti nel tempo. La grana della pelle era migliorata e mi sembrava più compatta. Non i miracoli eh…rimango convinta che molto fosse dato dal fatto di nutrire la pelle…Non l’ho più comprata soprattutto per l’effetto freddo che non riuscivo a sopportare, ma vorrei provare qualcos’altro, magari per pelli sensibili…suggestions?

Quello che vorrei che vi rimanesse da questa recensione è:

  • una crema anticellulite non fa i miracoli, MAI!
  • da sola non serve a nulla e soprattutto non vi darà riduzioni in centimetri
  • la crema lavora sulla circolazione e sul ristagno di liquidi, se la aiutate è meglio
  • Iodase per me è una buona scelta perché contiene anche molti estratti vegetali che favoriscono la circolazione

Spero di esservi stata utile e se vi interessa il capitolo “dieta” tenete d’occhio i prossimi post!

A presto!

immagini tratte dal sito Iodase

Il contenuto di questo post riflette la mia sincera opinione. I prodotti sono stati acquistati da me e non sono stata contattata dall’azienda né ricevo un compenso per recensire i loro prodotti.

19 Comments

  1. Ciao! Un piccolo consiglio posso dartelo io ….Io uso lo scrub modellante GEOMAR, costo contenuto ma uno scrub è uno scrub e per me non vale la pena fare grandi investimenti.Finito lo Scrub fanghi (guam o sempre Geomar se si vuole risparmiare un po’ ) avvolti nella pellicola e per Finire SOMATOLINE .
    Eseguo tutta la procedura 2 volte alla settimana e la crema tutti i giorni per un mese ca prima dell’estate…Miracoli no ma miglioramenti si! spero di esserti stata utile!

    1. Ti ringrazio per il tuo consiglio! Io putroppo non ho mai preso la Somatoline perché temo per la mia tiroide e anche se mi ha sempre tentato provarla, non vorrei che potesse generarmi problemi ben più grandi della cellulite. I fanghi li ho provati una volta sola e ho abbandonato, non riesco a stare avvolta nella pellicola, mi irrita molto la pelle 🙁 Ai trattamenti urto dell’ultimo minuto io preferisco la costanza…credo sia proprio questione di attitudine e abitudine! Spero che il tuo consiglio possa essere utile a qualcuno dei lettori… a presto!

  2. Ciao, penso che come in tutte le cose si debba essere realisti. Purtroppo è bello credere alle favole delle pubblicità, ma in fondo lo sappiamo tutte che le cose che leggiamo non sono vere.
    Tante piccole cose unite e fatte in modo costante possono aiutare, i miracoli ancora li devono inventare.

    1. Ti do ragione, se fossero miracolose avrebbero già finito di venderle…e invece ogni anno siamo sempre qui! Io sono molto soddisfatta dei risultati che ho ottenuto semplicemente andando a camminare, la sensazione di pelle che brucia dopo mezzora di cammino ti spinge a non fermarti mai! 😉

      1. Io gli unici risultati che ho ottenuto sono stati con la dieta personalizzata della nutrizionista, con tanto di controlli regolari del sangue e la palestra. Purtroppo io sono ipotiroidea e aveva preso 30 kg senza manco accorgermene. Ne ho persi 20, ma adesso è quasi un anno che sono bloccata e nonostante gli sforzi sembra non ci sia niente da fare, ogni tanto per disperazione mollo e faccio cavolate. E’ dura soprattutto per una come me che odia la carne, il pesce e mangerebbe solo pasta. XD

  3. …non ho mai provato iodase, ma guam (crema effetto freddo drenante) sì e mi sono trovata molto bene!
    sono d’accordissimo sul camminare, è fondamentale… poi se si riesce a fare qualche esercizio!
    io ho il dvd, tappetino, pesi e faccio a casa…

    1. Io mi ero fatta regalare il set per pilates a casa, l’ho usato un mese forse…poi zumba per wii e quando non riesco ad uscire per il maltempo la uso…ma io sono pigra nel midollo, e se voglio far qualcosa devo uscire dalla porta 😉 se l’effetto freddo non è troppo freddo potrei provare la crema guam…

  4. io uso l’anticellulite della collistar e mi ci trovo bene quando unisco l’attività fisica e il bere molto. Quando per qualche motivo salto le passeggiate allora la crema non funziona più molto, proprio come dici te!c’è poco da fare, bisogna fare attività fisica e allora tutto il resto aiuta, altrimenti niente di niente! 😉

  5. Pingback: La mia dieta: come sopravvivere al regime alimentare controllato senza troppe rinunce | ideepensharing

E tu cosa ne pensi?