Knitting: una sciarpa semplice

Oggi un nuovo argomento: colgo l’occasione di aver terminato (finalmente direbbe qualcuno) la sciarpa che M. mi aveva chiesto di confezionargli.

Non sarebbe stato un lavoro lungo se avessi lavorato con Costanza (la nostra amica, sempre lei…). Lavorando invece a spizzichi e bocconi ci ho impiegato due mesi buoni…mettendo insieme tutte le ore forse forse si arriva a 5 serate…
E insomma, questo è il lavoro finito!IMG_20150225_223507_mVoleva una sciarpa blu, sufficientemente lunga per poterla annodare o per fare due giri intorno al collo. Abbiamo scelto insieme i colori e i materiali: in totale 8 gomitoli, 6 blu e 2 grigi di lana extrafine merino superwash (Zara di Filatura di Crosa). È un filato molto morbido e confortevole, mi piace molto e si lavora bene.
Ho usato i ferri n. 6 per tutto il lavoro, con uno schema molto semplice per dare un taglio maschile e sobrio. La maglia è lavorata a coste 2/2 per tutta la lunghezza, con un semplice decoro alle estremità, dove ho alternato in modo irregolare i due colori per creare delle bande orizzontali. (8 ferri 2/2 blu – 2 ferri 2/2 grigi – 2 ferri 2/2 blu – 2 ferri 2/2 grigi – 4 ferri 2/2 blu – 42 ferri 2/2 grigi…..ripetere al contrario per avere la simmetria del decoro).
Le maglie avviate devono essere pari e multiple di 4 ovviamente, e potete scegliere in base alla larghezza finale che vorrete ottenere. Io ne ho avviate 44, ma se l’avessi fatta per me avrei usato molto più filato, perché mi piacciono le sciarpe molto ampie e larghe. Per un uomo ho preferito rimanere su una misura “standard”.

Ma come è venuto in mente a M. di chiedermi una sciarpa fatta a maglia? Era un po’ che la voleva e quando ha visto che fulminata dall’ispirazione ho acquistato un filato per confezionarmi un coprispalle molto carino, (di cui assolutamente non mi prendo il merito dato che l’ha ideato un’idea nelle mani) ha avanzato anche la sua richiesta.

Se siete alle prime armi con i ferri vi consiglio un giro sul suo blog, ci sono anche lavori semplici che danno grande soddisfazione, oppure potete fare come me quando mia mamma mi ha insegnato a lavorare a maglia: ho fatto sciarpe per tutti! Nessuna lavorazione particolare, ma solo tanto esercizio per prendere confidenza con gli attrezzi del mestiere e diventare un po’ più veloce. Non sono un’esperta eh…ma rilassa e aiuta a liberare la mente.

A questo proposito ho letto che esiste un’associazione, il Gomitolo Rosa, che usa proprio il knitting per sostenere, tra le altre cose, progetti per la salute e la prevenzione soprattutto in campo oncologico. Ha perfino installato presso alcuni ospedali dei distributori di gomitoli e ferri per lavorare a maglia in attesa delle visite mediche.

Siete anche voi delle “filatrici della domenica” come me, o delle esperte?

A presto!

4 Comments

  1. Brava, molto bella. Io per ora niente maglia, mi sto dedicando a un lavoro all’uncinetto e uno a punto croce, li faccio soprattutto la sera, quando finalmente mi posso rilassare sul divano o, più raramente, in qualche momento libero della giornata…

E tu cosa ne pensi?