Nail patches – cosa ne penso?

Come vi avevo anticipato nel post dedicato agli smalti mi appresto a condividere con voi la mia esperienza con i nail patch di Sephora.
Li comprai un po’ presa dall’euforia di avere una manicure speciale per le feste Natalizie che potesse durare anche per tutto il periodo di vacanza a Parigi, così da non dovermi preoccupare della manicure in viaggio.
Tra le varie fantasie e i vari finish disponibili da Sephora ho scelto la versione “cielo stellato” my cosmic sneaker. Mi era sembrata la più natalizia, e i colori si adattavano bene al vestito che avevo scelto di indossare per il pranzo di Natale. Ve li avevo già mostrati nel post dedicato agli ultimi acquisti.???????????????????????????????Partiamo dall’applicazione: se ci sono riuscita io, può riuscirci chiunque. In buona sostanza, in ogni confezioni ci sono 14 adesivi di diverse dimensioni. In questo modo si possono trovare sicuramente 10 adesivi della misura giusta per le nostre unghie. Alcune, specialmente quelle intermedie, sono molto simili, e questo consente di avere alcuni pezzi di scorta in caso di errori nell’applicazione.
I patch sono protetti da una pellicola trasparente al di sopra che va rimossa prima dell’applicazione. Poi, rimossa la pellicola sottostante che protegge la parte adesiva, basta far combaciare il fondo del patch con la base dell’unghia e stendere pian piano il patch lungo l’unghia. Prima di farlo aderire bene, è meglio controllare che la posizione sia quella desiderata e in caso modificarla. Infatti i patch sono rimovibili se non sono stati ancora pressati con forza sull’unghia. A me è capitato e vi posso assicurare che sono facilmente riposizionabili.
Una volta posizionati bisogna premere bene con un bastoncino o altro lo sticker sull’unghia per farlo aderire, ripiegare la parte finale e con l’ausilio delle unghie o di una limetta staccare la parte eccedente in lunghezza.
Ta-dà!!! Fatto.

Avevo anche fatto delle foto al risultato ma mi sono accorta ora che sono un po’ mosse…ero in metro…pardon!

Ora passiamo alle mie impressioni: sicuramente la facilità nell’applicazione gioca a vantaggio di questo ritrovato cosmetico per chi come me non è una cima in fatto di nail art e desidera una manicure particolare. La durata nel tempo è un altro fattore da non sottovalutare. Io li ho tenuti una settimana intera e non si sono scheggiati o tolti. Forse la punta iniziava a scolorire, ma come sempre, io non ho prestato alcuna attenzione a non rovinarle, semplicemente ho fatto tutto quello che normalmente faccio in casa e fuori, compreso aprire barattoli ecc con le unghie.
Anche per quanto riguarda la corrispondenza delle larghezza delle mie unghie con i patches non posso lamentarmi. Io ho le unghie abbastanza “larghe” e sono riuscita a trovare nel set le misure adatte a me.

L’unica nota dolente è la loro rimozione. Sulla confezione c’è scritto che si tolgono con del normale solvente per unghie. Ecco, io ci ho provato, ma per rimuoverli completamente non ho fatto quello che farei per togliere del “normale smalto per unghie”. Ho sfregato, sfregato, sfregato e sfregato ancora. Ho provato sia con il barattolino levasmalto, sia con i dischetti di cotone e il solvente tradizionale. L’impressione è che non si sciolgano come lo smalto classico, ma vadano anche un po’ grattati. Magari ho sbagliato io, però vi posso dire che non è stato semplicissimo. Se avete suggerimenti in merito, vi prego di lasciarmeli nei commenti…Soprattutto perché usando quintali di solvente e grattando non è che abbia fatto proprio un gran regalo alle mie unghie.

Avete mai provato i nail patch? Fatemi sapere se avete qualche marca da consigliarmi perché mi piacerebbe provarli ancora.

A presto!

2 Comments

E tu cosa ne pensi?