DIY – Ricetta semplice per il burrocacao

All’esordio del blog vi ho nominato all’interno della beauty routine il burrocacao homemade. Io lo uso da quasi 4 anni ormai e non ne ho più comprato uno. Anzi, mi è sufficiente preparane una volta all’anno e me ne rimane anche da regalare in giro.

Ho pensato di pubblicare la ricetta sul blog dato che è molto semplice e per preparalo servono pochi ingredienti.
Non mi voglio arrogare la paternità di questa ricetta, anzi, se siete interessate ad approfondire il mondo dei cosmetici fai da te vi consiglio un giro sul forum di Lola. Questa ricetta è presa proprio da lì, l’ha formulata Lola e l’hanno testata centinaia di persone.

È una ricetta molto facile, per cui bastano pochi ingredienti per ottenere un burrocacao nutriente, non grasso e che nulla ha da spartire con un famossimo burrocacao acquistato in quantità industriali durante la mia adolescenza.

Bando alle ciance e iniziamo con il necessaire per uno stick di burrocacao:

  • 2 g di burro di cacao (ma và?)
  • 2 g di cera d’api
  • 1.5 g olio di ricino
  • 0.5 g tocoferolo (vitamina E)
  • stick vuoto e pulito
  • un pentolino per scaldare l’acqua
  • un contenitore resistente al calore (in vetro meglio)
  • un cucchiaino
  • una bilancia di precisione

Innanzitutto pesiamo gli ingredienti e li versiamo nel contenitore che andrà a bagnomaria nel pentolino. Dobbiamo sciogliere la cera e il burro per ottenere una miscela liquida omogenea, insieme all’olio e alla vitamina E.

La preparazione con i 4 ingredienti
La preparazione con i 4 ingredienti

Se gli stick che abbiamo sono recuperati da vecchi burrocacao assicuriamoci che siano puliti e posizioniamo sul fondo un pezzetto di cera d’api per tappare il buchino che presentano tutti gli stick in commercio. Io con lo schiaccio bene con uno stecchino in modo da creare un nuovo fondo. Dopo aver tappato il fondo, dovrete svitare gli stick come per far rientrare il burrocacao, fino in fondo.

La preparazione degli stick
La preparazione degli stick

Quando la miscela di cere e oli si sarà sciolta, la versiamo negli stick e lasciamo raffreddare e solidificare. Attenzione, il bicchiere di vetro che avete utilizzato sarà rovente!

Prima e....dopo il raffreddamento!
Prima e….dopo il raffreddamento!

Non abbiate fretta di tirare fuori il burrocacao, lasciatelo raffreddare bene. Ecco fatto! Semplice no?

Vi riporto anche una breve recensione di utilizzo: da quando preparo in casa il burrocacao ne uso molto meno, perché raramente sento le labbra secche. Lo metto sempre mattina e sera e una o due volte durante il giorno. Uno stick mi dura tantissimo mentre prima ne consumavo tantissimo. Questo mi fa pensare che sia più nutriente…l’ho regalato anche a M., suocera, mamma, zia, sorella ecc…tutti si trovano bene e anche a loro dura a lungo.

L’unico piccolo neo è dato dall’affioramento del burro di cacao in estate. Significa che se tenuto a lungo al caldo, il burro di cacao tende a sciogliersi e poi solidificandosi crea delle palline un po’ fastidiose. Niente paura, è un fenomeno naturalissimo. Io non faccio altro che prendere uno stick nuovo.
Se vorrete provarlo, anche solo per curiosità, fatemi sapere cosa ne pensate.

A presto!

6 Comments

  1. Ciao io adoro l’autoproduzione! autroproduco di tutto oramai…ed il burro cacao è fantastico, facile da fare e adatto a tutta la famiglia. Per i miei bimbi l’ho preparato al cioccolato…..uhhh viene voglia di mangiarlo!
    Ste

  2. Pingback: In the end – Novembre | ideepensharing

  3. Pingback: In the end # 23 – Ottobre | ideepensharing

E tu cosa ne pensi?